Ci sono due modi per aiutarci:


Il modo migliore

Se vivete nella regione del Sopraceneri, c’è un modo molto semplice per aiutarci a sconfiggere questi piani nefasti. È facile, a buon mercato ed efficace: un vero gioco da ragazzi!

Appendere uno striscione di grandi dimensioni al di fuori della propria abitazione.

Pensateci. Chi si assumerà il rischio finanziario di tale speculazione se visitando la regione e il luogo prenderà coscienza della volontà della popolazione? Chi pensava inizialmente di partecipare a tale progetto dovrà gioco forza riconsiderare la propria posizione. Proprio perché agiamo tempestivamente, questa nostra semplice iniziativa sarà più potente di qualsiasi legge o referendum (malgrado quest’ultimi non siano esclusi).

Infatti, qualsiasi potenziale “investitore” vorrebbe certamente vedere la regione, e visitare il sito prima di aprire il suo portafoglio. Dobbiamo garantire che siano accolti in modo adeguato quando arriveranno.



Abbiamo già creato il logo, lo striscione e la bandiera. I loro contenuti ad alta risoluzione, come l’intero contenuto di questo sito possono essere utilizzati e diffusi liberamente (copyleft).

Ecco cosa chiediamo ai nostri amici: procuratevi uno striscione il più grande possibile, stampandolo voi stessi o ordinandolo nel nostro negozio. Appendetelo nel punto più visibile al di fuori della vostra abitazione. Mantenetelo fino a quando gli speculatori non avranno pubblicamente rinunciato ai loro piani. Siete liberi di stampare tutto il materiale a piacimento e soprattutto sentitevi liberi di utilizzarlo e venderlo.

Idealmente, questi striscioni dovrebbero essere appesi in modo tale da essere ben visibili dalla strada, soprattutto da quella che porta fino a Monte Brè: Solduno e Locarno-Monti a ovest, Minusio e Orselina ad est. Qualsiasi balcone, indipendentemente dalle sue dimensioni, nei centri di Locarno, Tenero, Muralto, Losone o Ascona sarebbe altrettanto prezioso. Non da ultimo, gli striscioni potrebbero apparire anche nella zona del Piano di Magadino, sulla strada che porta al nostro paradiso regionale, rivelandosi così un ottimo deterrente contro questo spregiudicato progetto.

Già solo chi dispone di una vasta proprietà, potrebbe fermare questa follia. Immagina di essere salutato in città con un cartellone di 5m x 12m con la scritta “SALVA MONTE BRÈ”. Tale ostentazione sarebbe sorprendente, ma non è necessaria. Intendiamo diffondere la nostra opposizione a macchia d’olio con l’aiuto di tutti.


Il secondo modo migliore

Se non puoi appendere un banner, e se vuoi ancora aiutarci, ti preghiamo di sostenerci finanziariamente. Non ci sono contributi minimi; qualsiasi sostegno è più che benvenuto.

Il nostro lavoro di pubbliche relazioni è solo all’inizio. Inizialmente, cercheremo di coprire la regione con un semplice messaggio dissuasivo: SALVA MONTE BRÈ.

Dove non saremo in grado di ottenere segnaletica volontaria, abbiamo in programma di affittare spazi pubblicitari: balconi, edifici, autobus, facciate, camion, gru, ecc. Gli aspiranti “investitori” dovranno certamente visitare il sito: faremo in modo che siano accolti nella maniera più consona quando sarà il caso.

Abbiamo altre carte in mano, per le quali manteniamo l’effetto sorpresa. Le nostre tattiche di guerriglia (-marketing) non richiedono tonnellate di denaro, ma comunque costano alcune risorse: principalmente per i creatori di contenuti, costi di stampa e PR/media, e iniziative politiche.

Ecco il link alla nostra campagna GoFundMe. Se preferite, potete anche trasferire il vostro sostegno direttamente alla nostra associazione.